LUOGO: Albania, Costa d’Avorio, Mali, Marocco, Senegal, Tunisia
DURATA: 24 MESI (termine progetto dicembre ’21)
RICHIEDENTE: ARCS – Arci Culture Solidali

Il progetto ha come obiettivi generali:

  1. una più efficiente gestione dei flussi migratori supportando la migrazione legale per ricongiungimento familiare o formazione e lavoro, rispondendo alle esigenze del mercato del lavoro italiano
  2. supportare l’identificazione di modalità, metodologie e strumenti innovativi;
  3. identificare un modello che lavora sulla migrazione a 360°, partendo dall’orientamento e l’informazione e la formazione nei paesi terzi per arrivare a ingressi in Italia di persone preparate e consapevoli dal punto di vista culturale, civico, sociale, linguistico, professionale e a conoscenza di diritti/doveri dell’immigrato nonché del percorso burocratico;
  4. valutare e ridefinire tale modello, i suoi approcci, metodologie e strumenti, in stretta collaborazione con l’Autorità delegata, per favorirne la sostenibilità, replicabilità e diffusione in altri paesi e settori creare sinergie
  5. sviluppare sinergie con stakeholder in Italia e nei Paesi terzi Il progetto, basandosi sull’analisi del contesto, vuole favorire la migrazione legale e l’integrazione dei migranti facilitando l’arrivo in Italia di persone che conoscano le basi della lingua italiana, abbiano conoscenze di educazione civica, siano consapevoli dell’iter burocratico per l’ingresso e, nel caso di ingressi per esigenze di lavoro e formazione siano anche professionalmente formati.

Quindi, gli obiettivi specifici sono:

  • supportare l’ingresso in Italia, per ricongiungimento familiare, di 500 persone formate nella lingua italiana, dell’educazione civica e finanziaria italiana, provenienti dai 6 paesi identificati (Albania, Costa d’Avorio, Mali, Marocco, Senegal, Tunisia). Le regioni e province italiane di ingresso saranno identificate nel momento della selezione dei beneficiari – azione 1
  • sostenere 200 migranti nel conseguimento del certificato di lingua italiana (almeno il livello A1 come da R(98) 6, del 17.03.1998 dal Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa) – azione 2
  • supportare 175 migranti nel conseguimento dell’attestato di frequenza ai corsi di formazione professionale – azione 2
  • facilitare l’ingresso in Italia, per motivi di lavoro/tirocinio di 160 persone provenienti dai 6 paesi identificati. Le regioni e province italiane di ingresso saranno identificate nel momento della selezione dei beneficiari e anche sulla base dell’aggiornamento dell’analisi del fabbisogno delle specifiche competenze identificate – azione 2