Report dal viaggio in Uganda del consigliere Mario Maiorana


Mario Maiorana, membro del direttivo di ASeS, è appena rientrato da un viaggio in Uganda.

Vi presentiamo un breve report che ci ha inviato sull’andamento dei progetti e le ultime novità:

 

“Cari amici di ASeS,
sono rientrato da una settimana dal mio viaggio ugandese.
A Luwero sono cambiate un po’ di cose, Padre Manana, il nostro storico referente a Lima Farm, che la scorsa primavera è stato in Italia ed anche a Roma dove ha incontrato la nostra Presidente Cinzia Pagni e il Direttore Guccinelli, è stato sostituito da un nuovo sacerdote, Achilles Kiwanukas.
L’impressione che abbiamo avuto della nuova figura è stata sostanzialmente positiva, sia per la disponibilità che ha dimostrato per riprendere la progettualità, sia per l’ospitalità che ci ha riservato nei giorni di permanenza a Lima Farm.
Abbiamo lasciato a Kiwanukas un contributo di 500 euro per implementare le attività necessarie a migliorare la comunicazione attraverso internet, ovvero per l’attivazione di un contratto con la locale compagnia telefonica.
Molto positive le attività delle donne del gruppo S. Monica, che come credo ricorderete, abbiamo sostenuto con diversi progetti. Le abbiamo incontrate in una riunione molto partecipata.
L’attività Catering sta funzionando bene, anche se la difficoltà a spostarsi, limita il raggio di azione. Inoltre hanno l’esigenza di implementare l’offerta con servizi di musica e decorazioni, per offrire un servizio completo, insomma hanno un’ottima visione manageriale…
Anche con l’attività di allevamento, nata dalla distribuzione di pecore e maiali effettuata con le risorse messe in campo da CNCA ha avuto buoni risultati, oggi c’è l’esigenza di migliorare le tecniche e di avviare le vaccinazioni degli animali per una serie di malattie.
E’ stata avviata un’attività di micro credito tra le associate, che sembra funzionare abbastanza bene.
Alla Presidente del gruppo, Mary Nalwadda ed alla segretaria Kyampeire Charty abbiamo consegnato altri 1.000 euro finalizzati all’implementazione del fondo per il microcredito e a supporto dell’attività di catering.
Il contesto a Lima Farm in questi anni è sostanzialmente migliorato, oggi l’energia elettrica c’è in maniera stabile e ciò ha consentito di dotare l’ultimo pozzo realizzato nel 2011 di una pompa che garantisce l’acqua all’intera struttura, scuole comprese.
Di negativo c’è che parte del gruppo di suore è stato destinato ad altri contesti, ed in particolare è andata via suor Ely che è ritornata in Tanzania, suo paese di origine, ciò ha determinato che la clinica medica ed il dispensario sono aperti solo alcuni giorni durante la settimana.
Sembra comunque che la Diocesi si sia attivata per inviare nuove suore che nei prossimi mesi dovrebbero integrare il gruppo presente a Lima Farm.
Ora siamo in attesa di un report che abbiamo chiesto ad Achilles Kiwanukas, ed al prossimo cda di AsES vi informerò in maniera più dettagliata.”