Notte Verde, notte di aggregazione


 Quando l’agricoltura ci dimostra che possiamo valorizzare le nostre comunità e, attraverso le buone pratiche, contaminare anche il mondo 

 

L’agricoltura, le sue potenzialità e opportunità come fonte di sviluppo economico ma anche come sicurezza alimentare, ambientale e come strumento di inclusione sociale. Sono stati questi i temi al centro della serata  organizzata da Cia – Agricoltori Italiani Due Mari con il patrocinio del Comune di Fasano, della Provincia e della Camera di Commercio di Brindisi, del Parco delle Dune costiere, del Gal Valle d’Itria. Una serata fatta di cultura in senso lato: teatro, musica, divertimento, danze e riflessioni sul futuro di questo territorio. L’evento arrivato alla sua terza edizione non solo ha richiamato tantissimi cittadini ma anche politici, tecnici ed esperti agronomi che si sono confrontati per cercare di trovare le basi, oggi necessarie, sulle quali costruire le colonne per un futuro dignitoso e sostenibile.  Una bellissima serata come confermato da Giannicola D’Amico, vicepresidente CIA – Agricoltori Italiani Puglia 

 

 

 

 Oltre a laboratori e all’incontro pubblico sul tema “Agricoltura, Pesca, Agroalimentare, Ambiente:  fare sistema per far crescere il territorio”, al quale sono intervenuti Giannicola D’Amico,  gli assessori comunali Cinzia Caroli e Gianluca Cisternino, Giuseppe Pace, vicepresidente della Provincia di Brindisi, Piero De Padova, presidente Cia Due Mari (Taranto-Brindisi), Enzo Lavarra, presidente del Parco delle Dune Costiere, Cinzia Pagni, presidente ASeS e   Antonio Cardone, direttore del Gal Valle d’Itria, questa suggestio appuntamento, tenutosi nei pressi di un faro, una luche che illumina e richiama uno stumento di orientamento per i “naviganti”, ha dato molti spunti per riscoprire il ruolo che oggi il settore primario può ed è chiamato a svolgere. Unanime infatti la convinzione che proprio dalla Terra, che maltrattiamo e offendiamo, potrebbe rinascere quella umanità e apartura necessarie per affrontare le sfide del futuro.  

Pietro De Padova

 

Nella sua veste di presidente di ASeS Cinzia Pagni non solo ha presentato  la mostra fotografica del fotografo Mauro Pagnano  “Foodporn Vs Foodpoor – Parliamo sempre più di cibo e sempre meno di fame”, ma ha anche lanciato alcuni importanti spundi di rilessione. Oggi, più che nel passato, quello che succede nei vari angoli del mondo riguarda ogni uno di noi e ogni diritto negato, anche se non può farci piacere saperlo, chiama tutti noi alle nostre responsabilità. La quotidianità ci dimostra che non vi sono confini e barriere e che i muri sono sono quelli che noi costruiramo, mentalmente, per dare pace alle nostre coscienze.

Cinzia Pagni