Colture esotiche e migranti – Via Gadio 2, Milano – venerdì 27 novembre 2015 ore 17.00


Diritto al cibo, diritto alle tradizioni alimentari, sostenibilità

Il progetto triennale Nutrire la Città che Cambia, sviluppato da Associazione Solidarietà e Sviluppo (ASES) e Confederazione Italiana Agricoltori (CIA) con il contributo di Fondazione Cariplo e l’assistenza scientifica dell’Università di Milano, avviato nel 2013 per verificare la possibilità di produrre in Lombardia i prodotti vegetali esotici freschi richiesti dai nuovi cittadini provenienti da paesi non comunitari, giunge al termine.

Il progetto ha consentito di mappare la presenza di produttori agricoli non comunitari nella nostra regione, i canali di vendita dei prodotti e le condizioni di coltivazione degli stessi, individuando un mercato per questi prodotti dal cui sviluppo possono trarre vantaggi i coltivatori e i consumatori. Sono state inoltre esaminate le applicazioni nutraceutiche di alcuni di questi vegetali.

Nel corso del terzo anno di progetto le nove aziende agricole partecipanti al progetto hanno effettuato la semina e il raccolto di 11 tra ortaggi e altre specie vegetali.

Si dispone pertanto di un quadro sperimentale chiaro che sarà illustrato assieme ai risultati del progetto e alle esperienze delle aziende agricole. Il convegno finale affronta anche i temi da cui il progetto è nato e a cui ha fornito una prima risposta: il diritto al cibo, il diritto alle proprie tradizioni alimentari e infine la sostenibilità dei consumi e delle produzioni agricole per i nuovi cittadini delle nostre città.

 

 

Programma

h 17.00 REGISTRAZIONE DEI PARTECIPANTI

h 17.15 INIZIO DEI LAVORI

Presiede Dario Olivero – Presidente Cia Milano-Lodi-Monza e Brianza

Saluti:

Giovanni Daghetta – Presidente Cia Lombardia

Filippo Del Corno – Assessore alla Cultura del Comune di Milano

Elena Jachia – Fondazione Cariplo

h 17.45 RELAZIONI

Coltivazione di spezie, ortaggi e cereali esotici, in aziende agricole del milanese. Risultati della sperimentazione e e dati consuntivi del progetto
Stefano Bocchi – Università di Milano – DISAA, Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali: Produzione, Territorio, Agroenergia

ll quadro giuridico e costituzionale sul tema del diritto al cibo
Filippo Pizzolato, Docente di istituzioni di diritto pubblico – Università Milano-Bicocca

Cibo e tradizioni. La questione alimentare nei migranti e richiedenti asilo fra possibilità e imposizioni
Barbara Pinelli, Antropologa, Università Milano Bicocca

Acquisti di prodotti alimentari etnici e valori etici nella grande distribuzione. L’esperienza Coop
Laura Redaelli, Politiche Sociali Coop Lombardia

Tradizioni alimentari dei “nuovi cittadini” e disponibilità di prodotti nella Food Policy del Comune di Milano
Rappresentante del Comune di Milano

Esperienza della coltivazione dell’Ampalaya (Momordica charantia) e dell’Ocra (Abelmoschus esculentus)
Francesco Ghezzi, Azienda Agricola Villa Licia Bernareggio (MB)

Esperienza della coltivazione della Quinoa (Chenopodium quinoa)
Cinzia Rocca, Azienda Agricola Biologica Podere Monticelli di Villanova del Sillaro (LO)

Un progetto di inclusione attraverso la coltivazione di ortaggi esotici nella Scuola Casa del Sole di Milano
Maria Patanè, Maestra Istituto Scolastico Comprensivo Casa del Sole di Milano

Tirocini formativi per operai agricoli forestali non comunitari al Parco Nord Milano e nell’Orto Comune Niguarda
Fabio Campana, Agronomo Parco Nord Milano

h 20.00 Conclusioni di Secondo Scanavino, Presidente ASES

h 20.30 Buffet etnico

 

Per informazioni Paolo Ambrosoni, 347/0865513

Per prenotare inviare nome, cognome ed ente a p.ambrosoni@cia.it