Senegal: prevenzione e salute, i punti sui quali ASeS intende cooperare grazie anche all’aiuto della Regione Toscana


Dalla Toscana al Senegal: contatti fondamentali per portare aiuto in tema di prevenzione e più in generale in tema di salute

Con l’aiuto della nostra volontaria Giovanna Cantice e dei  referenti dell’associazione Jëf, una delegazione delle Regione Toscana ha potuto visitare la zona e prendere atto delle necessità espresse dalla locale popolazione 

 

Keur Yakham è uno dei 36 villaggi appartenenti al Comune di Keur Moussa nella Regione di Thiés in Senegal dove è attiva e co-opera, da diversi anni, ASeS-Cia Confederazione Italiana Agricoltori e la volontaria Giovanna Cantice.  

A seguito di quanto emerso nel corso di laboratori di identificazione dei problemi condotti dalla nostra Ong in collaborazione con l’associazione Jëf, partner locale di quell’area,  durante la fase di prefattibilità per un’iniziativa progettuale di ampio respiro, erano emerse con forza le richieste di aiuto soprattutto in tema di salute e benessere. Nello specifico,  il  comitato di gestione della Case de Santé, una piccola struttura di cura in area rurale dove vengono somministrate le cure di base,  e il personale volontario formato per la gestione delle attività della stessa, avevano chiesto un sostegno per la ristrutturazione dei locali e la costruzione di nuovi ambienti per le attività di prima cura e di prevenzione oltre alla necessità di garantire maggiore sensibilizzazione in tema di salute materno-infantile e di una sana e corretta alimentazione. Per dare risposte concrete a queste sollecitazioni Cinzia Pagni e Claudio Gucinelli, rispettivamente presidente e direttore di ASeS si sono attivati per cercare un percorso di partenariato con il Centro di Salute Globale della Toscana, regione che da oltre 10 anni ha sviluppato una collaborazione con la Regione di Thiés.  Un contatto conclusosi positivamente, grazie anche a Cia –Toscana,  tanto che una delegazione del Centro di Salute Globale, struttura regionale di riferimento per il coordinamento delle iniziative di cooperazione sanitaria internazionale e di tutela della salute dei migranti, ha visitato la zona di riferimento nei giorni  3 e  7 settembre scorsi.

La delegazione toscana, composta da Maria José Caldés Pinilla direttrice del Centro di Salute Globale,  Sonia Baccetti project manager del progetto Thiés, Cinzia Frongia ostetrica e Antonella Gesualdi architetta, coadiuvata dalla presenza della nostra volontaria, ha in questo modo potuto  direttamente valutare le condizioni di vita dei residenti; sono state ascoltate numerose testimonianze e  raccolti importanti dati utili a definire la realtà territoriale. 

Più specificatamente il 3 settembre la dott.ssa Caldès ha visitato la Case de Santé e ha incontrato le volontarie che si occupano delle attività della Case, il comitato di gestione della Case, il vice all’infermiere capo del poste de Santé di Keur Moussa da cui dipende la Case, il presidente dell’associazione partner di ASeS e  ha poi visitato il Poste de Santé di Keur Moussa. 
Il 7 settembre la dott.ssa Baccetti, l’ostetrica Frongia e l’architetta Gesualdi e il rappresentante locale del Centro di Salute Globale  Asse Aw , hanno visitato la Poste de Santé e successivamente hanno incontrato il personale della  Case de Santé. 

A conclusione dei  2 giorni la delegazione ha fornito pareri tecnici utili alla definitiva stesura di un progetto dedicato alla Case de Santé. Un incontro importante per i residenti della zona, una collaborazione che si è sviluppata grazie alla preziosa collaborazione tra ASeS – Cia Agricoltori Italiani  e Regione Toscana,  che ha buttatole basi per una possibile soluzione alle delicate e complesse tematiche espresse dalla gente del posto. 

Va ricordato che il sistema sanitario in Senegal è piramidale a tre livelli : periferico,  regionale e centrale.
Il livello periferico che corrisponde al Distretto Sanitario è la zona operativa che comprende minimo un Centre de  Santé e una rete di Postes de Santé, che si trovano a livello dei Comuni e che coordinano le Cases de Santé sono strutture di base create e gestite dalla popolazione. Molte di queste strutture sono nate, e vengono oggi  riabilitate dagli interventi di cooperazione.  La Case è soprattutto un luogo di prevenzione e di sensibilizzazione e i fondi provengono essenzialmente dalla partecipazione della popolazione, dai partner stranieri.  A gestirne il funzionamento è un comitato di gestione.

Per informazioni sul progetto http://www.ases-ong.org/?p=2431&preview=true